Capelli, le tendenze tagli, styling e colore dell’autunno inverno 2020-21


In tempo di pandemia, i saloni sono diventati un rifugio in cui ritrovare un po’ di benessere, dove concedersi una coccola in un lasso di tempo che sembra sospeso e dove, attraverso sperimentazioni e cambi di look, scoprire un nuovo lato di sé. Un taglio o una nuova sfumatura di colore riescono a rivelare una bellezza ancora inesplorata e hanno un potere terapeutico sull’umore. 

Le tendenze tagli, styling e colore dell’autunno inverno 2020 sono una fonte d’ispirazione, ma è dalla personalizzazione che comincia sempre un cambio d’immagine. “Alle mie clienti fornisco una consulenza personalizzata con cui esaudisco i loro desideri rispettando la morfologia del viso, la loro personalità e stile di vita”, dice Miriam Tirone, hairstylist partner del gruppo Gandini Team, storica realtà alla guida del mondo della coiffure internazionale da oltre quarant’anni. Gandini Team ha esordito a livello internazionale nel 1976 con la vittoria ai Campionati Mondiali di Acconciatura di New York quando, per la prima volta, è salito sul podio un team italiano, capitanato dal suo fondatore Gigi Gandini. Oggi, Gigi Gandini è ancora la personalità ispiratrice della filosofia, del metodo stilistico e della mission del gruppo che conta circa venti professionisti, ciascuno specializzato in un ramo specifico dell’hairstyling. E con Miriam Tirone ci siamo concentrati sull’hairlook inverno 2020-21. 

Nelle ultime stagioni il castano multitono ha rubato la scena al biondo, è una tendenza che si conferma anche quest’anno?

“Per questa stagione, al castano multisfaccettato abbiamo abbinato dei toni sabbiati, beige e biondi con delle schiariture a contrasto. Le realizziamo con la tecnica del balayage o del painting. La prima consente di concentrarsi sulle aree che il sole schiarirebbe naturalmente, mentre con la tecnica del painting otteniamo schiariture più definite. Le tendenze che proponiamo nelle collezioni sono sempre strong, poi in salone andiamo incontro all’esigenza delle clienti, che sono sempre più orientate a rispettare la natura dei propri capelli”. 

Il biondo versione inverno 2020: più burro e vaniglia o caldo e dorato?

“Per quanto riguarda le tonalità di biondo, vanno di più le cromie che ricordano il burro e la vaniglia. Sono tonalità fredde che però adattiamo al tono e al sottotono dell’incarnato”. 

Qual è il taglio più versatile di stagione?

“Il bob, senza alcun dubbio! Lo abbiamo visto in tutte le sue forme, geometrie e styling, e poi è un taglio che si adatta bene al viso di tutte le età. Quando parliamo di bob, intendiamo una tipologia di taglio che può essere declinata in tante varianti a seconda del capello più o meno liscio, grosso o fine. Si porta pieno, scalato  o leggermente sfumato sulle punte. In ogni caso sono sempre scalatura molto dolci”. 

Il taglio corto è il più cercato su Google, un consiglio per non sbagliare?

“Quando si desidera un cambio di look così audace, la consulenza con l’hairstylist è fondamentale. Il punto di partenza è sempre la morfologia del viso e poi bisogna tenere conto della texture del capello. Qualsiasi sia la lunghezza, il compito di un taglio è esaltare la femminilità del viso. Diciamo che i visi dalla forma ovale o a cuore sono i più adatti per azzardare con un taglio corto”. 

I capelli lunghi non sono tutti uguali, qual è l’effetto su cui puntare?

“Sui capelli lunghi parliamo di dolci scalature che mantengono un effetto di pienezza. Il capello lungo più attuale è libero, sembra spettinato dal vento, dallo styling poco costruito. 

A proposito di styling, le onde valorizzano i tagli medi e lunghi?

“Le più portabili per l’autunno-inverno sono onde piatte ben strutturate, più pulite e ordinate rispetto alla primavera estate. Si realizzano prima asciugando i capelli col phon e poi passando il ferro. Il tocco fondamentale è aprirle con il pettine, senza però scompigliarle troppo”. 





Source link

Vogue